Raggiro: storia di un inganno pensato male
Raggiro: storia di un inganno pensato male

Raggiro: storia di un inganno pensato male

Nasce come un vero e proprio raggiro. Il tentativo di addossare a Conte la caduta del governo Draghi, mostra i stessi meccanismi della prima repubblichetta italiana. I traditori cambiano volto ma non metodo. Letta in primo piano con tutto il suo carrozzone di banditi.

Raggiro: storia di un inganno?

E’ stato semplice montare un meccanismo così viscido, se a gerstirlo è chi di vecchio e viscido puzza. Ancora non posso fare i nomi dei Senatori intervistati per chiarire la situazione. Possiamo certo dire che il M5S, a guida Conte, non è responsabile della caduta di questo governo. Conte non ha sfiduciato nessuno. Di fatto ha soltanto chiesto di trattare la questione inceneritore fuori dal pacchetto pnrr. Perchè? E’ presente, in materia di ecologia, un articolo del parlamento europeo, che specifica chiaramente che: la costruzione di un inceneritore deve esser vista come azione ultima, in quei casi dove non possono essere applicate altre misure di importante valore ecologico. Ma non solo in Europa c’è una sorta di attenzione attenzione, nella stessa regione Lazio, proprio dove il problema si è amplificato, esiste, nel regolamento regionale, un impedimento giuridico ed ecologico per la costruzione di un inceneritore, allora come avrebbero aggirato l’ostacolo?

Non badare a ciò che è legge

Il Senatore del M5S Dott. P. mi dice: “Avrebbero sfiduciato senza battere ciglio Zingaretti, bypassando la sua autorità regionale. In questo modo sarebbe venuta meno la maggioranza Pd alla giunta regionale, con Zingaretti costretto a dimettersi. Ovvio che in Europa stanno facendo il bello e il cattivo tempo a suon di colpi di spugna. Vero è anche che ormai siamo abituati a questo modus operandi”. Forse dovremmo quardare altrove per identificare i veri meccanismi della disfatta di questo governo. Forse ci siamo imbattuti in un tranello che non fa altro che riportare Draghi premier? Se la sinistra dovesse vincere, il Pd non potrebbe fare a meno di 5 Stelle per governare. Quindi il veto iniziale è uno specchietto per le allodole?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.