Conte in rialzo: “In pochi per Di Maio, non ha senso votarlo”
Conte in rialzo: “In pochi per Di Maio, non ha senso votarlo”

Conte in rialzo: “In pochi per Di Maio, non ha senso votarlo”

“Di Maio ha abiurato a tutte le battaglie M5S, rinnegando tutto il passato”, questa è la dichiarazione di un Conte in ralzo e mi sembra molto molto giusta. Di Maio il traditore di tutte le radici del M5S.

Conte in rialzo?

Giuseppe Conte, per il dolore di molti è in forte rialzo, perchè? Perchè rispetto ai molti non sta dicendo cazzate. Salvini vuole abbattere l’IVA su tantissimi alimenti, abbattere le tasse, bloccare gli sbarchi, comprare la Libia per farci un villaggio turitico. La Meloni vuole dar fuoco a tutti i poveri, ai negri, uscire dall’Europa, mettersi a bonificare le campagne, uccidere i comunisti. Berlusconi è il migliore è passato direttamente all’ecologia “un albero al culo di tutti gli italiani”.

Letta il viscido

Letta: il più sudicio di tutti, alla guida di un carrozzone senza pari, sfrutta i migranti e le donne per basare la sua campagna elettorale e chiamarla agenda Draghi. Mentre Giuseppe apre le braccia un po come il Papa: “Chi difende il reddito di cittadinanza dovrebbe votare il M5S o Luigi Di Maio, che da leader del Movimento guidò la battaglia per introdurlo? Di Maio ha percentuali molto basse, non ha molto senso votarlo…”.

Ucraina-Russia 

“La pace va costruita, nessuno ci dica Putin non la vuole. La pace va costruita giorno dopo giorno. Sulle sanzioni alla Russia abbiamo detto subito assolutamente sì, io ero anche per un inasprimento ma ero anche consapevole che ci avrebbero fatto male. Ancora oggi, che non si stanno rivelando molto efficaci su Putin perché si pensava a mettere in ginocchio l’economia russa e non sta avvenendo, dico che andavano prese e vanno mantenute. Chi mi definisce filoputiano mi diffama”. Insomma, abbiamo un uomo che ha saputo rivalorizzare le intenzioni e le radici dei vecchi 5 Stelle. E’ ovvio che la speranza maggiore è che Grillo rimanga zitto e buono senza rompere le palle. Questa non è la sua partita, ora parlano i politici e i programmi, non è tempo per i clown.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.